"Tracce", Giuseppe Comuniello | Al.Di.Qua

Perfomance di danza

scopri gli altri eventi

extra festival

Tracce, è una performance che si sviluppa sulle tracce fisiche e non che il danzare lascia nel danzatore, nel pubblico e nel luogo dove avviene .
Come la danza è effimera, anche le tracce che lascia sono labili, che ci sono in un determinato momento e poi svaniscono, ma sicuramente hanno lasciato a loro volta altre microtracce che come in una matrioska cambiano e mutano tutti partecipanti a questo rito che è la danza.
Il danzatore vuole donare qualcosa, il pubblico vuole ricevere, ed entrambi sono coinvolti ed influenzati dallo spazio attorno a loro in questo dialogo e scambio che li porterà loro malgrado ha rimanere segnati loro malgrado da tracce comuni.


Credits:

Giuseppe Comuniello comincia, dopo aver perso la vista, il suo percorso nella danza nel 2009 con il coreografo Virgilio Sieni, con il quale collabora ancora oggi. Ha lavorato per coreografi nazionali e internazionali come Alessandro Schiattarella, Emanuel Gat e Michela Lucenti/Ballettto Civile con Bed Lambs, spettacolo vincitore del premio Danza&Danza come migliore produzione italiana. Comincia un percorso sulla trasmissione del movimento tenendo laboratori aperti a tutti. Collabora con il Festival Oriente Occidente per il network internazionale sulla danza accessibile. Il suo ultimo lavoro è Danza cieca, creato e interpretato insieme a Virgilio Sieni per Matera Capitale Europea della Cultura 2019 e Let me be nel 2021 con Camilla Guarino prodotto da Fuori Equilibrio e Versiliadanza. Lavora con Marta Cuscunà per il progetto radiofonico Dimmi cosa vuoi vedere in collaborazione con Rai Radio 3. È socio fondatore di Al. Di. Qua. Artist (prima associazione italiana di categoria per artisti/e disabili) e di Fuori Equilibrio, collettivo di cui fanno parte anche Camilla Guarino, Federico Malvaldi e Francesca Gennuso.

scopri gli altri eventi